Sommario

Introduzione

Specie avicole, filiera avicola, caratteristiche merceologiche

Adesione al progetto

Prerequisiti per incubatoi ed allevamenti

Incubatoi

Allevamenti

Alimentazione

Macelli e laboratori di lavorazione delle carni

Centri di imballaggio delle uova

Identificazione e rintracciabilità

Assegnazione del marchio

Marchio

Controllo esterno

Download

9. Alimentazione

Gli alimenti somministrati agli animali devono assicurare il soddisfacimento delle esigenze nutrizionali in modo bilanciato contribuendo a mantenere condizioni di benessere. I mangimifici che aderiscono al consorzio devono prediligere ove possibile l’utilizzo di cereali piemontesi e rispettare le normative vigenti di seguito riportate:

Regolamento CE 882/2004 - controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali

Regolamento (CE) 183/2005 - “requisiti per l’igiene dei mangimi”. Il regolamento, insieme al Reg. 882/2004, definisce le modalità d’intervento pubblico nel settore dell’alimentazione animale e, più specificatamente, indica quali obiettivi principali:

- l’attuazione di un sistema nazionale di rintracciabilità degli alimenti zootecnici;
- la registrazione e riconoscimento di tutte le imprese della filiera;
- l’attuazione di procedure basate sui principi dell’analisi di rischio e dei punti critici di controllo (HACCP);
- l’applicazione di buone pratiche igieniche, estese anche al settore primario (essiccatoi, mulini, trasportatori di materie prime ecc);
- la piena responsabilità degli operatori privati nel garantire la conformità dei prodotti commercializzati.

Questa norma ha inciso particolarmente sull’alimentazione addittivata, abrogando le Direttive 95/69/CE e 98/51/CE (recepite con il D.Lvo 123/99 e D.Lvo 433/2001), mentre ha lasciato impregiudicate le norme riferite all’alimentazione medicata (D.L. 90/93 e D.M. 16 novembre 1993).

Decreto Legislativo n. 149 del 10.5.2004 (attuazione delle direttive 2001/102/CE, 2002/32/CE, 2003/57/CE e 2003/100/CE) relativo alle sostanze ed ai prodotti indesiderabili nell’alimentazione animale (es. ricerche per aflatossine nei mangimi)

continua